Home
 

31/7/2010 - Poesia sarda a Ulassai

Istillas le lentore, Ulassai, parte la quarta edizione del premio regionale di poesia sarda, entro il 31 luglio.

 “Istillas de lentore” è nato ad Ulassai nel 2005 e ha rappresentato il primo esempio di concorso poetico in limba della provincia dell’Ogliastra. Nato per sopperire a una mancanza ritenuta grave dall’associazione culturale “Sa perda e su entu” di Ulassai, che lo ha promosso, con la sua istituzione si è voluto rinvigorire e promuovere, anche in Ogliastra, il dibattito, un po' languente, sulla lingua e la cultura sarda. "Da qui l’idea - dice il direttore della biblioteca Giuseppe Cabizzosu - di rilanciare il concetto, molto sentito in altre aree dell’isola, ma un po trascurato, in verità, nella nostra piccola provincia, circa la necessità di un rilancio forte ed autorevole della cultura sarda che nella lingua ha uno dei suoi elementi di straordinaria vitalità. Quando poi la lingua si stringe fortissimamente con la poesia fino a identificarsi quasi con essa, scopriamo di trovatci di fronte ad una caratteristica veramente unica della cultura sarda: la strettissima correlazione tra vita, poesia e lingua. Guardando, con un po' di nostalgia, verso gli anni in cui la poesia, e soprattutto la poesia improvvisata, nelle numerosissime feste di paese, rappresentava, in un mondo povero e privo di altri strumenti di comunicazione di massa, uno dei più autorevoli strumenti di socializzazione e divulgazione ci rendiamo conto della straordinaria storia di cui noi, oggi, siamo i continuatori. La consapevolezza poi dell’importanza di un tale bagaglio ci da il senso e la misura della enorme responsabilità che tutti noi abbiamo nell’impedire che tanta storia, cultura e tradizione possa correre il rischio di andare perduto. La poesia quindi, oggi come allora, deve essere intesa come elemento originario e caratterizzante della nostra storia. Uno strumento di identificazione della lingua con la società che si fa portatrice di quei valori di identità e di cultura che fa della Sardegna e dei sardi un popolo unico e straordinario".
Le scorse edizioni del premio “Istillas de lentore” hanno visto una importante partecipazione di poeti e appassionati provenienti da ogni parte dell’isola fino a ritagliarsi un piccolo ma autorevole spazio tra i numerosi premi di poesia esistenti in Sardegna. In particolare la scorsa edizione ha visto la identificazione del premio poetico  con l’arte contemporanea e l’arte tessile locale prevedendo, quale premio ai vincitori, splendidi tappeti ed arazzi, interamente realizzati a mano secondo le antiche tecniche della tessitura tradizionale, realizzati su disegni originali dell’artista Maria Lai originaria proprio di Ulassai. Una identificazione ulteriore quindi tra poesia, lingua ed arte che ha avuto il plauso ed il riconoscimento dei numerosi partecipanti.

Anche questa quarta edizione vuole bissare e ripetere questa entusiasmante miscela a ulteriore comprova di come la poesia in limba coauguli e raccolga attorno a se quelli che sono gli elementi più rappresentativi e significanti della cultura sarda passando per la valorizzazione della lingua, degli ideali e dei valori di un popolo espressi ed interpretati, attraverso la tessitura tradizionale, anche dall’arte contemporanea.
Possono partecipare la premio tutti i poeti sardi, anche non residenti, che vogliano cimentarsi nelle due solite sezioni: regionale, per tutti, ed ogliastrina, riservata ai soli poeti locali, con poesie in rima oppure a verso sciolto, secondo l’estro e la personale sensibilità di ciascuno. Il regolamento, con le consuete condizioni di partecipazione, è a disposizione presso la biblioteca comunale di Ulassai, che ospita la sede legale dell’associazione culturale “Sa perda e su entu”, o può essere scaricato dal sito web www.saperdaesuentu.it . Il termine ultimo per la spedizione delle poesie è il 31 luglio 2010. La cerimonia di premiazione si terrà entro il 2010. Una commisisone, composta da autorevoli personalità, avrà il compito di procedere alla analisi e valutazione degli elaborati pervenuti che si contenderanno anche quest’anno ricchi premi oltre l’ambito riconoscimento di poeta d’Ogliastra, riservato alla sezione locale.

 

Giuseppe Cabizzosu , presidente Associazione Culturale “Sa perda e su entu” – Ulassai c/o Biblioteca comunale

Corso Vittorio Emanuele II, 73  08040 Ulassai (Nu) - 0782/79149 – 335/6929179

 

 

 


Copyright 2000 © Sardinews online - All rights reserved