VENERDI'
    ogliastra    per contattarci   ›› telefono 335.6930.849   ››  sms 335.6930.849   ››  e-mail ogliastra@gds.li               27 DICEMBRE 2004                      51
     
 
ULASSAI 
Un cedro nella biblioteca               è l'Albero della vita

 

ULASSAI. Un grande cedro spunta da ieri tra i libri della biblioteca comunale. E' l'albero della vita, che l'associazione culturale "Sa perda e su entu", col benestare dell'amministrazione comunale, ha scelto di sostituire al più tradizionale abete, come simbolo delle feste di Natale. Maestoso ed elegante ha la particolarità di esporre tra gli addobbi originali palle natalizie che contengono, al loro interno, le foto di tutti i bambini delle scuole materne ed elementari del paese. «La estrema perizia di Beatrice Zucca, artista ulassese di decoupage - spiega il presidente Giuseppe Cabizzosu - ha creato le piccole e prezione sfere natalizie. Circa un'ottantina di visini che, in tutta la loro dolcezza, osservano noi adulti ed il mondo intero lanciandogli un forte segnale di pace, di speranza, di gioia e distenzione che spesso, troppo spesso, distratto e distante dalle gioie, piccole ma fondamentali, della vita quotidiana non riesce più a cogliere». Per ammirare l'albero della vita c'è tempo fino alla vigilia di Natale. Il 24 dicembre gli addobbi saranno riposti nelle scatole e ogni sfera andrà a decorare l'albero del bambino che rappresenta. «Portando con sé - conclude Cabizzosu - il suo messaggio di pace e di fratellanza che speriamo possa partire ed estendersi su tutti i paesi del mondo».

Paola Pilia