Cerca
  il titolo
  Cerca la
  località
 Scegli
 il segno
 
 Cerca
 nel Network
 PIAZZA AFFARI  METEO  OROSCOPO
 KWSEARCH Web
venerdì 14 marzo 2003    



commenti
   
24 ore
il fatto
politica
regionale
primo piano
   
i nomi
   
cultura
spettacoli
telecomando
   
sport
classifiche
   
motori
ippica
   
necrologie


GLI ANNUNCI

 SMS





 OGLIASTRA
 
La scoperta del ciclo del grano
Gli alunni di Ulassai studiano le antiche tradizioni

l.cu.

ULASSAI. Il ciclo del grano: con questa manifestazione culturale volta alla rievocazione, in chiave didattica, dell'antica tradizionale agricola ulassese, l'associazione culturale locale "Sa perda e su entu" e la biblioteca comunale hanno coinvolto l'intero plesso scolastico della scuola elementare.
Grazie a questa iniziativa - che ha preso il via il 23 novembre dello scorso anno - sette classi della scuola elementare (circa 100 alunni) e venti insegnanti, hanno già partecipato al rito collettivo dell'aratura dei campi con i buoi aggiogati e l'antico aratro in legno. A questo ha fatto seguito la tradizionale "semina a spaglio", che è stata eseguita per intero a mano. «La manifestazione culturale - spiega Giuseppe Cabizzosu, presidente dell'associazione culturale "Sa perda e su entu" - rappresenta la prima e importante fase di un'articolata e completa ricostruzione del ciclo del grano, che stiamo realizzando quale ricerca, recupero e salvaguardia dell'antica cultura agricola ulassese e ogliastrina. Ripercorrendo didatticamente l'evoluzione economica e sociale del nostro paese, che è poi valida per l'intera isola, si intendono guidare le nuove generazioni alla scoperta della cultura materiale».
Nel corso dell'anno scolastico, gli alunni delle sette classi della scuola elementare potranno assistere ad altri eventi importanti relativo al ciclo del grano.
«Il riferimento - prosegue Cabizzosu - è alla mietitura, alla trebbiatura, alla macina (tutto con i vecchi sistemi), fino alla confezione del pane e alla cottura nell'antico forno a legna. Alla fine una grande mostra, che verrà messa a disposizione delle scuole e delle varie associazioni culturali del territorio che ne faranno richiesta.
«L'obiettivo principale della manifestazione denominata il ciclo del grano - conclude il presidente dell'associazione - è quello di rendere consapevoli gli alunni delle varie evoluzioni sociali, economiche e culturali del nostro territorio. Tutto ciò facendo riferimento a quelle attività, che oggi sono pressoché scomparse, ma che fino a pochi anni fa rappresentavano l'intero orizzonte quotidiano in cui vivevano i nostri nonni. È oltremodo importante non porre in contrapposizione la vita moderna e quella del passato: è invece giunto accostarsi con un approccio evolutivo».



TORNA ALLA HOMEPAGE