Ulassai, vince un elaborato sull'11 settembre

Agli alunni di Lanusei il premio "De Murtas"

ULASSAI. Il 23 aprile, nei locali della biblioteca comunale, alla presenza di un folto pubblico, si è tenuta la cerimonia di premiazione della seconda edizione del premio letterario "Giovanni Demurtas" (nella foto, il deputato del Partito dei comunisti italiani che morì cinque anni fa lungo la strada statale 125 - Orientale sarda, mentre rientrava in Ogliastra proveniente da Cagliari).

 

Il premio aveva come tema "L'11 settembre: crocevia di civiltà?" La giuria, dopo aver evidenziato l'alto livello degli elaborati, ha assegnato il primo premio di 500 euro alla classe quarta D (corso linguistico) del Liceo scientifico Leonardo da Vinci di Lanusei, proclamata vincitrice di questa edizione del concorso.

Il secondo, di 300 euro è andato a Luigi Salis, che frequenta la quinta B dell'Istituto professionale di Stato per l'industria e l'artigianato di Perdasdefogu). Il terzo premio non è stato assegnato e andrà a incrementare la terza edizione del 2006.

L'elaborato dichiarato vincitore di questa seconda edizione del premio letterario "Giovanni De Murtas", intitolato, e non a caso, "Enigma" per gli interrogativi sollevati, ha colpito per l'originalità dell'esposizione strutturata come un quotidiano completo di vari editoriali, di articoli di approfondimento, interviste a un americano e un palestinese presenti a Lanusei, conclusioni, giochi e quiz finali.

 «Il secondo classificato - precisa Giuseppe Cabizzosu, bibliotecario comunale e presidente dell'associazione culturale locale "Sa perda e su entu", che ha istituito, nel 2003, questo premio letterario in onore del deputato ogliastrino scomparso nel 2000 in un tragico incidente stradale - ha invece evidenziato con sagacia e serietà, una visione disincantata e aperta di una tragedia che ha sconvolto non solo l'America ma l'intero assetto geopolitico mondiale».

Se per le prime edizioni si è voluto limitare la partecipazione al premio ai soli istituti superiori di una zona particolarmente difficile e delicata come l'Ogliastra, dal prossimo anno il premio sarà esteso all'intero ambito regionale e costituirà un importante momento collettivo di riflessione culturale e sociale dedicato agli studenti dell'intera isola.

Giuseppe Cabizzosu spiega che il tema del premio letterario "Giovanni De Murtas", individuato di volta in volta dalla segreteria organizzativa dell'associazione culturale "Sa perda e su entu", sarà sempre incentrato sui temi di strettissima attualità. «Cioè quelli - precisa - ritenuti capaci di costituire u importante banco di prova e di approfondimento per lo sviluppo delle capacità critiche e riflessive delle nuove generazioni, quale snodo centrale e importante per una più profonda e consapevole conoscenza del reale e delle sue intricate dinamiche».(l.cu.)