Ulassai.

La storia del paese attraverso antiche fotografie

ULASSAI.  L'Associazione culturale "Sa perda e su entu", in collaborazione con il Comune per la ricorrenza del decennale dell'istituzione degli scout a Ulassai, da venerdì 1 fino a domenica 3, ha allestito, nei locali della "Stazione dell'arte", una mostra fotografica dal titolo "Il filo della memoria". Da lunedì 4 la mostra è stata trasferita nella biblioteca comunale (fino a venerdì 15). "Il filo della memoria" è imperniata su Ulassai, la sua storia, le sue tradizioni, la sua cultura, viste attraverso le immagini sbiadite di fotografie della fine del 1800 e dei primi decenni del 1900.

«I documenti fotografici, esposti in grande formato - afferma Giuseppe Cabizzosu, presidente dell'associazione culturale ulassese - sono stati attinti dalla banca dati della nostra associazione, che vanta diverse migliaia di straordinari frammenti del passato, frutto di un paziente lavoro di ricerca, recupero e digitalizzazione che dura ormai da diversi anni e del quale è possibile avere una interessante anticipazione sul sito web www.saperdaesuentu.it ». La mostra fotografica evidenzia l'enorme distanza percorsa dal piccolo paese della vallata del Pardu dal lontanissimo periodo del 1800, passando per i due conflitti mondiali fino all'immediato dopoguerra, al disperato esodo degli emigranti. e alla rinascita. (l.cu.)