Ulassai, scadono le iscrizioni al premio

"Gocce di rugiada"

 

ULASSAI. Martedì 31 sarà l’ultimo giorno utile per iscriversi al premio in poesia sarda “Istillas de lentore” (gocce di rugiada), organizzato dalla locale associazione culturale “Sa perda e su entu”. Il nuovo “alito di vento” per la poesia sarda giunge dall’Ogliastra, e in particolare da quell’associazione culturale ulassese - presieduta da Giuseppe Cabizzosu - che nel 2005 diede appunto via al premio alla poesia in limba. «Dopo il successo della scorsa edizione - ha spiegato al momento della presentazione Cabizzosu - cui hanno partecipato oltre un centinaio di poeti provenienti da tutta l’isola, anche quest’anno il premio ripropone la consueta divisione in due sezioni. Una è dedicata ai poeti ogliastrini, mentre quella regionale è invece aperta a tutta l’isola e anche ai poeti sardi emigrati. Sono ammesse tutte le varianti linguistiche utilizzate, a comprova dell’uguale valore e importanza riconosciuto a tutte le specifiche parlate locali». Cabizzosu ha precisato che l’uso consueto della composizione in rima, nel rispetto rigido dei canoni metrici e compositivi tipici della tradizione, non appare come l’unico accettato dal bando in oggetto, ma si promuove e si richiede anche la poesia libera a verso sciolto.(l.cu.)